> NEWS 2017

ARCHIVIO NEWS

Descrizione immagine

L’Accademia Musicale Naonis di Pordenone da vent’anni sostiene e valorizza la cultura musicale della Regione FVG con una produzione poliedrica e trasversale che abbraccia vari stili:concerti di musica classica per cori e orchestra,arie d’opera,concerti per solista,musica jazz,spettacoli di danza,musica leggera con interpreti di chiara fama.
Recentemente la Presidenza dell’Accademia Naonis è stata affidata al Generale Andrea Caso succeduto al maestro Ermanno Giacomel. Sulla scia dell’impegno per la valorizzazione dei talenti locali,come pure la fusione artistica/musicale oltreconfine, vengono proposti vari eventi nell’arco dell’intero anno, progettati per le specificità dei luoghi e le attitudini del territorio e nel contempo proposte che danno spazio a valori universali quali l’accettazione, la solidarietà, il sentimento, le emozioni.
La storia dell’Accademia Musicale Naonis testimonia un costante impegno verso la qualità delle esecuzioni proposte, la formazione dei giovani, l’educazione alla buona musica senza discriminazioni etniche, religiose o linguistiche.
I concerti natalizi sono un chiaro esempio di questa mission.


SACILE 3 DICEMBRE - CORDENONS 17 DICEMBRE – CONEGLIANO 14 GENNAIO

Misa di Buenos Aires
Nota come
Misatango

La Misa di Buenos Aires, altrimenti nota come Misa Tango, fu composta dal compositore argentino Martín Palmeri tra il 1995 ed il 1996, e presentata a Buenos Aires per la prima volta dall’Orchestra Sinfonica Nazionale di Cuba. Viene eseguita da rinomati direttori, solisti e orchestre in varie città del mondo, in questo caso proposta con una esecuzione per voce, coro, bandoneón (strumento principe del tango), pianoforte e orchestra in prima assoluta in Regione.
Si tratta di uno speciale concerto di grande spessore artistico in grado di dare un valore aggiunto alle ricorrenze presenti in occasione del Natale e nel contempo capace di incantare i presenti attraverso l’irraggiungibile magia del tango. La coraggiosa proposta musicale è un lavoro sapiente, in cui si mescolano gli inconfondibili ritmi del tango argentino insieme alla tradizionale forma della “Messa”, in sei movimenti classici della messa cantata in latino: Kyrie,
Gloria, Credo, Sanctus, Benedictus e Agnus Dei. Vengono magistralmente coniugati il testo sacro della Messa con i ritmi sincopati del tango argentino, creando un nuovo linguaggio musicale in cui le note sembrano quasi eseguire dei passi di danza. La scrittura musicale amalgama i caratteristici ritmi sincopati e le dissonanti armonie del tango con la scrittura per coro, accostando i testi sacri della messa latina con gli inconfondibili ritmi della musica “porteña”. Una musicalità solenne e audace allo stesso tempo, in cui la tradizione natalizia convive in perfetta armonia con l’innovazione dei colori sudamericani.


Il programma di cui sopra è integrato da

ADIOS NONINO celebre composizione di Astor Piazzolla
NAVIDAD NUESTRA brani ispirati al tema della nascita di Gesù di A.Ramirez
IMPRESSIONES DE LA PUNA composizione per flauto e quartetto d’archi di Alberto Ginastera

Di rilievo, anche per i valori che trasmette e di forte impatto, l’ evento proposto è in collaborazione con l’istituto Musicale Magnificat di Gerusalemme, la cui la partecipazione è stata resa possibile, grazie alla collaborazione con l’Associazione Anita di Sacile. Siamo onorati di contribuire a diffondere, attraverso l’Associazione Anita, la conoscenza e lo spirito dell’Istituto Magnificat di Gerusalemme, ed i suoi valori ovvero l’incontro e l’educazione musicale dei giovani senza discriminazione etniche, religiose o linguistiche. In virtù della collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Sacile, gli eventi saranno supportati da conferenze e percorsi di studio sul tema della fratellanza ed ai ragazzi e agli insegnanti provenienti da Gerusalemme verrà data la possibilità di conoscere il territorio. 


La realizzazione dell’evento è possibile grazie ad un lavoro complesso svolto in sinergia con altre associazioni del territorio. Il progetto infatti nasce dalla collaborazione fra l’Accademia Musicale Nonis con la sua orchestra, l’Associazione Anita di Sacile, l’Istituto Comprensivo di Sacile, l’Istituto Magnificat di Gerusalemme, l’Associazione Ensemble Armonia di Cordenons, il Coro Vincenzo Ruffo di Sacile, e il Coro Città di Conegliano. L’insieme dei sodalizi consente di mettere in sinergia realtà artistiche e professionali presenti nel nostro territorio e nel contempo far conoscere al pubblico progetti di importante spessore artistico. L’esecuzione, unica nel suo genere, verrà diretta dal maestro Alberto Pollesel, in maniera eccellente, coinvolgente, appassionata e tecnicamente ineccepibile come il tango richiede.

Descrizione immagine

Il Medio Friuli nella Grande Guerra 1917/2017

Descrizione immagine

IL MEDIO FRIULI NELLA GRANDE GUERRA è una rassegna ideata, organizzata e promossa dal Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli, con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e della Banca di Credito Cooperativo di Basiliano e il patrocinio della Provincia di Udine, che vuole far conoscere fatti, eventi e luoghi di guerra accaduti nel Medio Friuli nei giorni a seguire la disfatta di Caporetto.

Se molti infatti furono gli scenari minori in questo comprensorio territoriale durante gli anni del conflitto, assai poco ancora si racconta delle importanti battaglie e decisivi scontri che si svilupparono nei giorni 29/30/31 ottobre 1917 sulla linea di sbarramento italiana che, partendo da Mortegliano e passando per Pozzuolo del Friuli, Lestizza e Basiliano (Pasian Schiavonesco), scendeva a Codroipo e arrivava a Varmo, Rivignano e alle teste di ponte sul Tagliamento.

Tra questi si evidenziano i fatti bellici di Mortegliano, Flambro e Codroipo, quando quattro divisioni d’assalto tedesche attaccarono 300.000 soldati dell’ala destra della seconda armata che si stavano ritirando verso il fiume Tagliamento. Il risultato fu di 60.000 prigionieri, 2.000 cannoni persi, 16 colonnelli e generali e troppi soldati (nella sola battaglia di Flambro furono 250 i granatieri che poi mancarono all’appello) e civili morti: un impatto devastante sulla popolazione locale che, già provata e vessata, si trovò a partecipare e subire questi scontri sopportando sofferenze e privazioni indicibili.

A distanza di cento anni, le battaglie di Flambro e Codroipo risultano ora fondamentali per quella che fu la tenuta della linea sul Piave in quanto permisero agli Italiani di riuscire a passare il Tagliamento e distruggerne i ponti, ostacolando tutte le operazioni seguenti. Tentare di ri/dare la giusta visibilità a questi eventi, ai soldati e corpi d’armata ed alla popolazione coinvolti ri/collocandoli nella storia e nella memoria è un atto doveroso.

Dal 27 ottobre al 5 novembre 2017, una serie di eventi, omaggi, aperture e incontri di approfondimento storico e sociale realizzati in collaborazione con l’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna – Sezione di Trieste, il Comitato Centenario Prima Guerra Mondiale Zona Medio Tagliamento, la Pro Loco Fogliano Redipuglia e l’Associazione Accademia Musicale Naonis animeranno quindi il Medio Friuli e i luoghi che furono teatro - e che tuttora sono testimonianza - dei tragici accadimenti.

Infine, diversi Comuni aderenti al P.I.C. del Medio Friuli offriranno ulteriori momenti di riflessione sui temi trattati nella rassegna progettati autonomamente ma abbinati alla manifestazione stessa.


In particolare segnaliamo l'appuntamento che coinvolgerà l'Accademia Musicale Naonis:

Domenica 29 ottobre 2017, ore 18.00

piazza Vittorio Emanuele II di Flambro di Talmassons

(in caso di maltempo Chiesa Parrocchiale Santa Maria Annunziata)
MUSICHE DELLA GRANDE GUERRA NEL MEDIO FRIULI 

concerto in occasione del 100mo anniversario della battaglia di Flambro 

Franca Drioli, Marco Bianchi e Valter Sivilotti ideazione
Marco Bianchi arrangiamenti
ProgOrchestra dell’Accademia Naonis di Pordenone

Luisa Sello flauto
Coro FVG Giovani preparato da Cristiano Dell’Oste Sara Simondi cantante
Toni Capuozzo voce narrante 



Comunicato Stampa Il Medio Friuli Nella Grande Guerra.pdf
Libretto programma completo Il Medio Friuli nella Grande Guerra.pdf
Descrizione immagine

La Buona Novella a Pordenone

Descrizione immagine

Domenica 15 ottobre ore 18.30

Teatro Comunale Giuseppe Verdi / PORDENONE


Accademia Musicale Naonis 
presenta


Simone Cristicchi in

LA BUONA NOVELLA di Fabrizio De Andrè


Direzione e arrangiamenti di Valter Sivilotti

con

ProgOrchestra - Accademia Musicale Naonis di Pordenone

Coro del Friuli Venezia Giulia preparato da Cristiano Dell’Oste

 

La serata è introdotta dall’inedito monologo A volte ritorno di Simone Cristicchi e Matteo Pelliti

 

PREVENDITA BIGLIETTI E INFORMAZIONI

biglietti disponibili da lunedì 2 ottobre 2017

 

Biglietteria:

Teatro Comunale Giuseppe Verdi

Viale Martelli 2 - Pordenone

dal lunedì al venerdì 14.30 – 19.00

sabato 10.00 – 12.30 e 16.00 – 19.00

 

Info:

Teatro

tel. 0434 247624

biglietteria@comunalegiuseppeverdi.it

Accademia Musicale Naonis

cell. 338 7556399

accademianaonis@gmail.com

www.accademianaonis.it

 

Prezzi biglietti:

Platea: € 25,00

I^ galleria: € 20,00

II^ galleria: € 15,00


Simone Cristicchi, poliedrico cantattore consacrato dalla critica come l’artista italiano contemporaneo più completo, torna in scena ne La Buona Novella di Fabrizio De André, proposta in versione per orchestra sinfonica con l’Accademia Musicale Naonis di Pordenone e il Coro giovanile del Friuli Venezia Giulia. Lo spettacolo è arrangiato e diretto da Valter Sivilotti, musicista che per lo stesso Cristicchi ha composto le musiche dello spettacolo teatrale Magazzino 18.

Lo spettacolo nasce da un’idea del maestro Sivilotti e Giuseppe Tirelli e, al lavoro discografico originale di Fabrizio De André, è stato aggiunto anche il brano Gesù cantato dallo stesso De Andrè prima ancora di incidere La Buona Novella: per questa occasione Valter Sivilotti ha elaborato la partitura di De André donandogli nuova contemporaneità.

La Buona Novella presenta anche un inedito monologo introduttivo dal titolo A volte ritorno recitato da Simone Cristicchi, scritto dallo stesso cantautore a quattro mani con Matteo Pelliti e ispirato ai testi di don Andrea Gallo e don Pierluigi Di Piazza. Nell’inedito monologo introduttivo, Cristicchi immagina il ritorno sulla terra di Gesù, facendogli rivivere la stessa Via Crucis degli ultimi di oggi. Considerato clandestino, Cristo sarà inviato in un centro di identificazione ed espulsione, per poi finire in carcere e, infine, tra i clochard in una stazione. Una società di oggi sempre più distante dal comandamento “ama il prossimo tuo come te stesso”.

Lo spettacolo gode dell’alto Patrocinio della Fondazione Fabrizio De André; testi tratti dai pensieri di don Andrea Gallo (Comunità di San Benedetto al porto – Genova) e di don Pierluigi Di Piazza (Centro Ernesto Balducci di Zugliano – Udine). La tournée regionale dello spettacolo, coordinata dall’Accademia Musicale Naonis, sta avendo un notevole successo di pubblico e critica.

organizzato da

Accademia Musicale Naonis

 

con il patrocinio del

Comune di Pordenone

Comune di Fontanafredda

 

Regione Friuli Venezia Giulia

Turismo Friuli Venezia Giulia

Provincia di Udine

Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Pordenone

Banca di Credito Cooperativo Pordenonese

Descrizione immagine

Le donne... canzoni d'amore e libertà

Descrizione immagine

Domenica 5 Marzo 2017 ore 18.00, Auditorium Comunale di Zoppola (PN). Concerto organizzato da Accademia Musicale Naonis di Pordenone con la partecipazione dell’ensemble vocale femminile ArteVoce, preparato da Franca Drioli, accompagnati dai solisti dell’Accademia Musicale Naonis. Arrangiamenti e direzione del concerto sono affidati al maestro Valter Sivilotti, musicista e compositore che collabora da anni con l’Accademia Naonis le cui composizioni, più volte premiate, vengono eseguite nei teatri di tutto il mondo.
Da Mogol a John Lennon, passando per Bob Dylan e altri classici italiani, sarà proposto un viaggio alla scoperta dei grandi valori legati all’universo femminile espressi in musica come la forza e la tenacia.
Alla serata parteciperà e interverrà anche Giada Rossi, campionessa alle paralimpiadi di Rio 2016, giovane donna del territorio esempio di forza femminile e cittadina di Zoppola che, recentemente, si è particolarmente distinta sia per le sue doti umane che sportive.
Il concerto è organizzato grazie al patrocinio di: Comune di Zoppola e Coop Alleanza 3.0, Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli.
L’ingresso è libero.

Descrizione immagine

Tribal Nova

Descrizione immagine

Tribal Nova, 24 febbraio 2017, Teatro Marcello Mascherini, Azzano Decimo. Tribal Nova è un progetto di ampio respiro che coinvolge tre diversi ambiti in un’unica perfomance live. Musica, arti visive e danza in piena sinergia su un unico palco. Contaminazioni, vibrazioni, ritmo. Un'immersione in scenari evocativi attraverso scenografie disegnate e animate con l'arte della sabbia. Un viaggio suggestivo per sfiorare e nel contempo addentrarsi nelle energie visibili e recondite della natura.

 

La musica: il trio di musicisti di assoluto livello ed esperienza (già collaboratori di famosi artisti della musica leggera italiana come Antonella Ruggero, Alice, Biagio Antonacci e altri) darà corpo alle composizioni inedite di Simone D’Eusanio (direttore artistico del progetto) e Carlo Bonazza in una combinazione di musica elettronica, world music e rock progressivo. Un concerto consigliato a tutti gli amanti della musica strumentale. La band è formata da: violino elettrico (Simone D’Eusanio), basso (Federico Miste’), batteria (Fabrizio Morganti).

 

La danza: Patrizia Pin (co-direttrice artistica del progetto) con la collaborazione di altre danzatrici, ospiti speciali nonché eccellenze italiane e internazionali del genere tribal fusion, daranno vita alle note della band utilizzando un articolato e suggestivo linguaggio corporeo a metà strada tra molteplici forme antiche e contemporanee. Corpo di Ballo: Patrizia Pin, ospiti speciali Alice Sodi, Lamia Barbara, Violet Scrap.

 

Le immagini: Massimo Racozzi e Fabio Babich, i due talentuosi e poliedrici disegnatori/animatori che completano il progetto avranno il compito di tessere lo scenario di questo viaggio. A loro infatti è affidata l’arte della sabbia. Le forme si creano e si dissolvono col movimento delle mani sotto gli occhi del pubblico che, a poco a poco, viene rapito da un vortice attraverso mari, deserti e foreste fino a cieli stellati e nell’infinito dell’universo poiché, come dice la famosa frase di Albert Einstein, “Guarda a fondo nella Natura e comprenderai meglio ogni cosa”.

 

Quello di venerdì 24 febbraio è un appuntamento organizzato da ERT-FVG, Accademia Musicale Naonis, Comune di Azzano Decimo. Con il sostegno di Fondazione Crup.


Per informazioni: www.ertfvg.it/tribal-nova

 

Descrizione immagine

La Buona Novella

Descrizione immagine

Simone Cristicchi replica il 10 gennaio 2017 al Teatro Comunale di Cormonse l'11 gennaio a Zugliano con lo spettacolo La Buona Novella di Fabrizio De André in versione per orchestra sinfonica e coro giovanile. Lo spettacolo vedrà la partecipazione di ProgOrchestra Accademia Naonis di Pordenone e del Coro del Friuli Venezia Giulia – Giovani. Direzione e arrangiamenti di Valter Sivilotti.


Simone Cristicchi, poliedrico “cantattore” consacrato dalla critica come l’artista italiano contemporaneo più completo, torna in scena ne LA BUONA NOVELLA di Fabrizio De André, proposta in versione per orchestra sinfonica e coro giovanile scritta da Valter Sivilotti, musicista che per lo stesso Simone Cristicchi ha composto le musiche dello spettacolo teatrale MAGAZZINO 18 (oltre 110.000 spettatori in 200 repliche).

Lo spettacolo nasce da un’idea di Valter Sivilotti e Giuseppe Tirelli, con un inedito monologo introduttivo, recitato da Simone Cristicchi, dal titolo “A volte ritornano” (scritto dallo stesso Cristicchi e Matteo Pelliti) ed ispirato ai testi di don Andrea Gallo e don Pierluigi Di Piazza.

Al lavoro discografico originale di Fabrizio De André, è stata aggiunta la canzone “Gesù” cantata dallo stesso De André prima ancora di incidere “La buona Novella”: per questa occasione il musicista Valter Sivilotti ha elaborato la partitura di De André donandogli nuova contemporaneità. Nell’inedito monologo introduttivo, “A volte ritornano”, Cristicchi immagina il ritorno sulla terra di Gesù, facendogli rivivere la stessa Via Crucis degli “ultimi” di oggi. Considerato “clandestino”, Cristo sarà inviato in un centro di identificazione ed espulsione, per poi finire in carcere e, infine, tra i clochard in una stazione. Una società di oggi sempre più distante dal comandamento “ama il prossimo tuo come te stesso”.

Lo spettacolo gode dell’alto Patrocinio della Fondazione Fabrizio De André; testi tratti dai pensieri di don Andrea Gallo (Comunità di San Benedetto al porto – Genova) e di don Pierluigi Di Piazza (Centro Ernesto Balducci di Zugliano – Udine).


Descrizione immagine
Bookmark and Share

Accademia Musicale Naonis

Via Lancieri Monferrato, 9 

33170 Pordenone

accademianaonis@gmail.com